UNA GITA IN TOSCANA

17 de Marzo de 2011 | Por | Categoría: Viajes, Vida de la EOI

Por José Ramón Belsué

A Firenze fa brutto tempo a marzo.
Pioggia, vento ed anche un po’ di neve. Questi sono stati i saluti del capoluogo Toscano. Anzitutto Firenze è una bella città. Poche cose si possono dire che non sappiamo ancora.
Il gruppo ,trentun persone di diverse età ed anche pretese di viaggio,è andato d’accordo per tutto il viaggio.
Potrei raccontare tutto quello abbiamo fatto e visto, preferisco, però parlare di altre cose.
I professori sono stati tutti bravissimi. Sempre accanto a noi, pronti ad aiutarci sia con la lingua, sia nelle spiegazioni dei monumenti.
I compagni sempre con un sorriso sul viso o uno scherzo quando abbiamo fatto colazione tutte le mattine.
La guida a Firenze veramente elegante con un’ ottima pronuncia ed una infinita pazienza.
Gli Uffizi, il Ponte Vecchio, Piazza della Signoria, la Chiesa di Santa Maria Novella, la galleria dell’Accademia o il mercato di San Lorenzo sono i tipici luoghi che tutti conoscono e visitano.
Invece bisogna perdersi nelle piccole strade tra la Signoria e la Chiesa della Santa Croce, vedere le botteghe di cibo e vino toscano, e perché no, prendere un gelato nella via Calzaiuoli.
Vi raccomando anche di andare fino alla farmacia di Santa Maria Novella, accanto alla Chiesa che abbiamo detto prima. Lì voi potete trovare profumi eleganti, creme per la pelle ed il viso, antiche ricette medicinali e tante altre cose. Bisogna proprio visitarla.
Abbiamo avuto un giorno libero. Un mio amico è venuto con me. Siamo andati a Lucca, bella città. Lucca ha le mura meglio conservate di tutte le città medievali d`Italia.
Intanto altri compagni sono andati a Siena e San Giminiano, il paese delle torri.
In ritorno, è stato un po’ triste. Nessuno avrebbe voluto lasciare la Toscana.
Insomma, un viaggio indimenticabile con la miglior compagnia possibile e che senza dubbio farò un’altra volta.

José Ramón Belsué
1º Intermedio.



9 Comments to “UNA GITA IN TOSCANA”

  1. bsaez dice:

    Pero qué guapos! Una vista estupenda.

  2. PEDRETE dice:

    Mucho frio no? Se os ve en la cara. de todos modos, esa vista compensa. ¡Qué sana envidia!

  3. Eduardo dice:

    Sono stato li e veramente ha fatto molto fredo.

    Una raccomandazione per loro che amano la birra: bar Mostodolce, birra casera

  4. Rafa dice:

    Nonostante il freddo, vedo che il viaggio è stato divertente. Spero di poter andare la prossima volta.

  5. Isabel dice:

    “A Firenze fa brutto tempo a marzo”, ma io non vedo il fredo, nella fotografia ci sono persone felici perché loro sono stati insieme tutta la giornatta e hanno visitato delle cose belle:La Galleria degli Uffizi, il Ponte Vecchio… Io credo che per riscoprire la città il megliore punti di vista e la Piazzale Michelangelo. Voi avete sentito parlare di “la sindrome Stendhal”?

  6. Rubén dice:

    È stato un vero piacere trascorrere quelle giornate a Firenze con tutti questi bravissimi allievi (e non). La gita a Lucca e il crodino nella piazza dell’anfiteatro, il mare di Viareggio, l’abbondante pranzo lì, il gelato in spiaggia… mi è sembrato di tornare a vivere in Italia, almeno per un giorno. Grazie JR!

  7. Julien dice:

    Grazie a tutti vuoi per questo viaggio che sia la città di Firenze o la gente molto simpatica, tutto me ha piaciuto
    Un bacio a tutti il francese 😉

  8. Santi dice:

    Guarda che bella veduta! E poi ci sono i bravi compagni d´italiano! cumplimenti per la gita.

    L´anno prossimo Sicilia, vero? Ci vediamo nell´isola

    Bacci ed abbracci. Santi

  9. Miren dice:

    entrato mi curioso di vedere Firenze. Dal momento che ho solo un paio di giorni a Milano.
    Vi lascio un link ad una bella foto del ponte.
    Sapere se la gente vive ancora nelle case del ponte?

    http://www.panoramio.com/photo/29783171

Deja un comentario